Candidato a sorpresa la preview

Credevate che la politica fosse già sprofondata sotto terra? Beh non avete ancora visto cosa può succedere se Zach Galifianakis, già interprete dell’assurdo Alan, decide di candidarsi alle elezioni cittadine…

Dopo l’incredibile successo riscontrato nei panni di Alan in The Hangover e in The Hangover Part II – il terzo capitolo della saga è attualmente in pre-preduzione – Zach Galifianakis arriverà sugli schermi italiani il prossimo 21 settembre nelle vesti di un improbabile e ingenuo candidato politico, Marty Huggins.


Candidato a Sorpresa è la commedia di Jay Roach, distribuita da Warner Bros che mette in scena il, più che attuale, circo della politica che, lontano anni luce dai principi fondamentali dell’etica e della morale comune, farà sprofondare i due candidati in una sfrenata corsa all’ambita poltrona.
La commedia ha per protagonisti Will Ferrell, che interpreta il narciso onorevole Cam Brady, e Zach Galifianankis nei panni dell’ingenuo Marty Huggins, direttore del locale Ufficio del Turismo che viene coinvolto nella corsa alle elezioni liceali da una coppia di ultra milionari che trama alle spalle dello spregiudicato onorevole. Inizialmente, Marti sembra la scelta meno appropriata ma con l’avvicinarsi delle elezioni, i due si ritroveranno coinvolti in un’atmosfera incandescente, con insulti che si trasformano rapidamente in ingiurie, finché il loro unico scopo sarà quello di distruggersi a vicenda, in questa commedia in cui si getta fango, si pugnala alla schiena ed altre catastrofi.
Dal regista de Ti presento i miei, Candidato a sorpresa è stato scritto da Chris Henchy & Shawn Harwell ed é prodotto dagli stess Will Farell, Jay Roach e Zach Galifianakis.

104 visualizzazioni

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>